Ratstail and Catstail

Sporobolus pyramidalis e africanus

Sporobolus pyramidalis e africanus

Ratstail Dropseed and Catstail Dropseed

Ordine: Cyperales
Famiglia: Poaceae
Genere: Sporobolus
Specie: Sporobolus pyramidalis e africanus

In safari siamo sempre attratti da scenari travolgenti, da tramonti magnifici o dai predatori in caccia e non si ha mai un particolare interesse a comprendere l’ambiente circostante. Eppure, proprio di fianco a noi, a pochi metri dal nostro fuoristrada, esiste un mondo che troppo spesso passa inosservato. 

Ci accontentiamo della foto al leone, di osservare qualche elefante con i piccoli, ma non diventiamo mai troppo curiosi di tutto il resto che è altrettanto sorprendente.

Le Poaceae, una famiglia di piante erbacee, ad esempio, hanno un’enorme importanza nell’economia della biosfera e sono alla base dell’alimentazione degli ungulati che si sono evoluti contestualmente.

Nei lunghi intervalli di un safari, durante la ricerca dell’ennesima zebra o giraffa, o semplicemente tra una sosta e l’altra, fatevi svelare le mille curiosità che sono accanto a voi.

Le sporobolus forse non saranno così attraenti, ma popolano molte lande e pianure incolte in buona parte dell’Africa orientale e meridionale e si spingono con notevole escursione altimetrica.

Devono il loro nome scientifico dal greco “σπόρος” (spora o seme) e “βόλος” (buttare) per le loro capacità di disperdere i semi nell’ambiente.

La Sporobolus pyramidalis, ( Catstail Dropssed )- nel South Luangwa National Park, in Zambia, è cercata soprattutto dal Bufalo e dal Cobo dall’ellisse che ne integrano la dieta.

La Sporobolus africanus ( Ratstail Dropseed )è addirittura curativa nelle ferite da morso di serpenti.

Genoma cromosoma 2

Esperia

Matt Ridley in questo capitolo ci dice che fino al 1955 si pensava che l’uomo avesse 24 cromosomi, ma dal 1921 Painter sezionando due testicoli di malati mentali e altri studiando il fegato capirono che i cromosomi erano 23. Sono 23 perchè in realtà due coppie si sono fuse assieme creando il cromosoma due, di due cromosomi medi. In questo capitolo l’autore ci parla della nostra somiglianza/differenza con le scimmie. Noi abbiamo 13 cromosomi uguali, siamo diversi alle scimmie per il 2% delle lettere e uguali quindi al 98%. 10 milioni di anni fa, in Africa il gorilla e una specie simile a scimpanzè si separarono, dando origine agli scimpanzè e agli umani. Esistono più differenze tra scimpanzè e gorilla che scimpanzè uomo, sorprendente vero? Ma pensateci, Ridley fa un esempio con della plastilina: prendete due palline, e plasmate un uomo e una scimmia, ciò che 103701b_AP_Scimpanze_BGmodificate nella forma della…

View original post 96 altre parole